come aprire un centro scommesse
24 maggio 2019

Come aprire un centro scommesse: franchising si o no?

Il gioco d’azzardo è riuscito a guadagnarsi la reputazione di mondo legale e sicuro per scommettere su eventi sportivi e per tentare di allietare la routine di tutti i giorni.

Gli imprenditori che decidono di aprire un centro scommesse possono contare su un numero crescente di giocatori, dagli appassionati a tutti coloro che meno assiduamente decidono di stuzzicare la Dea bendata.

Aprire una sala scommesse può essere un’attività remunerativa, soprattutto se si sceglie di fare business con il giusto franchisor.

Franchising centro scommesse: si o no?

Scegliere di aprire un centro scommesse in franchising significa sfruttare la giusta rete per evitare tutte quelle difficoltà legate all’avvio di un’attività in autonomia e costruire un business di successo.

La strada si rivela in salita per tutti coloro che non hanno un punto di riferimento in grado di occuparsi di licenze, adempimenti burocratici, accordi con i concessionari, campagne marketing e tutte gli oneri da adempiere per aprire un centro scommesse a Napoli come altrove.

Sostanzialmente l’affiliazione con concessionari noti nel mondo del gioco d’azzardo restituisce una serie di privilegi come la formazione iniziale, la licenza per l’attività, l’arredamento dei locali, le attrezzature, il sistema gestionale e il servizio di manutenzione e assistenza.

Un altro vantaggio non trascurabile è quello di operare sotto un marchio conosciuto che infonde fiducia e sicurezza nei giocatori, soprattutto sotto il profilo del pagamento delle scommesse.

Le preoccupazioni di un imprenditore che si affilia restano legate alla parte edile e agli impianti del locale (riscaldamento, condizionamento e antincendio).

Da parte sua, viceversa, il franchisor offre un servizio a 360 gradi nel mondo delle scommesse a fronte di fee d’ingresso e/o eventuali percentuali sui guadagni o canoni periodici. Nulla di paragonabile al potenziale guadagno dell’affiliato.